BLOG

In questa pagina del blog On The Road ci sono tutti gli articoli che ho pubblicato sia in italiano che in inglese.
Buona lettura, Mariagrazia De Luca.

La nostra avventura nel West durante lo “shutdown” di Trump – Parte I

L’avventura on-the-road di una tedesca dall’accento fiorentino, un dreamer messicano, e un’italiana adottata dalla California in viaggio nel West americano durante lo shutdown di Trump

Non aprite quella porta! – Storia di vita newyorkese. (II parte)

New York City, Harlem. Franci e Lucia, due amiche, un’ italiana e un’italosvedese, aprono la porta del coinquilino scomparso da una settimana… La loro scoperta inverosimile e agghiacciante le catapulterà in un incubo dal quale è difficile uscire…

Non aprite quella porta! – Storia di vita newyorkese. (I parte)

New York City. Harlem. Due amiche sono alle prese con un enigma. Il coinquilino di Lucia è scomparso da una settimana, e la sua camera emana un odore nauseabondo. Insieme alla sua amica Franci, Lucia è decisa ad aprire quella porta… e svelare il mistero.

Uno, Nessuno, Centomila… profili di Facebook.

Un utente di Facebook decide di aprire Centomila profili, per evitare che un giorno ci sia solo una versione faziosa di se stesso… la sua bacheca come una lapide online.

Do you know about my country, Azerbaijan?

During the 26th anniversary of Khojaly genocide in Azerbaijan, my friend Khazar and I asked New Yorkers if they have ever heard about it.

Corsaro di Manhattan – Part V – La mia avventura nel Chrysler building.

Roberto deve consegnare una pizza margherita al 67esimo piano del Chrysler building. L’usciere lo ostacola, perché vuole tenersi la mancia…

Sailor. Il progetto del “Dream Team”

La presentazione del progetto di Sailor, regista, attori e scrittori.

Corsaro IV, biciclette newyorkesi by Mariagrazia De Luca

Il Corsaro di Manhattan – Part IV. Nemmeno un “grazie” per i soldati delle consegne.

Neppure un “grazie” per Miguel, soldato delle “consegne”.

Il giro del mondo in una giornata attraverso i “sapori” dei cibi di New York.

Senza rendermene conto, ho fatto un giro del mondo “culinario” senza neppure muovermi da New York City.

Verso Sud. La città degli addii.

Non è una cosa personale nei miei confronti. Non può permettersi di avere girlfriend.

Crossing. Part III – The White Girl

“Your mother was right, Amerigo! It’s dark. Fucking dark.”

Crossing. Part II – Mexico City

It was falling a quick, heavy rain, which would have flooded all roads but not discouraged the Mexico City taxi drivers.

Crossing. Part I – Amerigo

My boyfriend’s name is Amerigo and is Mexican.

“You have beautiful toes!” quando sono i nostri piedi ad essere lusingati.

“You have beatiful toes!” mi ha detto con enfasi in un broken-English che ha lasciato intravedere le sue origini non americane.

Esperienze da Post-Office: da Roma a New York.

A pranzo con mio cugino D. a casa di zia Bettina, in un paesino arroccato sulle montagne laziali a parlar di poste

Porta Maggiore in una giornata afosa. Ci siamo rifugiati da McDonald

Salvati dal McDonald a Roma (e “liberati” dagli Americani ancora una volta).

Un racconto romano, ambientato a Roma e tutto dedicato alla città eterna.